Come scegliere una saldatrice: fai la scelta giusta per te

Come scegliere una saldatriceLa scelta di una saldatrice non è di certo una di quelle scelte che si possono prendere appena svegli la mattina, con ancora il cuscino stampato in faccia e il cervello che deve ancora mettersi in moto correttamente. Bisogna valutarne le caratteristiche e capire qual è la tipologia adatta per sé.
In questo caso ti aiuteremo noi a scegliere una saldatrice che faccia proprio al caso tuo.

 

 

 

Saldatrice: quale scegliere?

Per aiutarti al meglio nella tua scelta, in basso troverai delle domande a cui seguiranno delle risposte. Sarà proprio da queste risposte che sarai in grado di capire qual è la saldatrice che fa per te. Specifichiamo che tratteremo solo le saldatrici Inverter in quanto stanno ormai sostituendo i vecchi e ingombranti modelli. Visto che presentano vantaggi maggiori come leggerezza e dimensioni minori.

Cerchi una saldatrice con cui lavorare all’aperto?

In questo caso devi optare per la saldatrice ad elettrodo MMA. Non necessitando di gas di protezione, potrai lavorare tranquillamente all’aperto. Tuttavia questo modello è ideale solo per effettuare dei piccoli lavoretti. Infatti l’elettrodo che non presenta un’elevata lunghezza, deve essere sostituito manualmente e ciò significa interrompere il tuo lavoro.
Per saperne di più ti invitiamo a cliccare su saldatrice ad elettrodo. Se vuoi conoscere già i prezzi e le offerte disponibili, clicca qui.

Saldature di qualità su qualsiasi tipo di metallo?

La scelta giusta è la saldatrice Tig. Subito ti diciamo che questo modello è ideale per chi ha già una certa pratica (non a caso è tra i più utilizzati in ambito professionale). La differenza sostanziale rispetto alle altre tipologie riguarda l’utilizzo dell’elettrodo di tungsteno che ha il compito di provocare la fusione del materiale in lavorazione. Questa tecnica di saldatura può essere usata solo in luoghi chiusi.
Vuoi saperne di più?
Visita la pagina saldatrice tig.
Vuoi sapere quanto costa?
Clicca qui e scopri i prezzi dei modelli disponibili.

Velocità e semplicità di utilizzo?

La saldatrice a filo continuo potremmo definirla come “la via di mezzo che accontenta tutti”. Ci riferiamo ad una tipologia meno professionale rispetto a quella tig ma più professionale rispetto a quella ad elettrodo. Il vantaggio rispetto a quest’ultima è che l’elettrodo non va sostituito manualmente. Grazie all’avanzamento della bobina di filo non ci sarà bisogno di interrompere il proprio lavoro. Questo permette quindi una maggiore produttività. Inoltre la saldatura è ancora più semplice perché bisogna solo regolare la velocità del filo e l’amperaggio della corrente.
Dal punto di vista economico ci sono dei modelli piuttosto alla portata, come dimostrato da queste offerte.

Uso hobbistico: qual è la potenza ideale?

La potenza massima per un utilizzo hobbistico non deve essere inferiore agli 80 ampere. Come magari saprai, l’ampere è l’unità con cui si misura l’intensità della corrente elettrica. Maggiore è questo parametro e maggiore sarà lo spessore che potrai saldare.
Quali elettrodi potrei utilizzare?
Nel caso tu scelga una saldatrice con questa potenza, gli elettrodi non dovranno superare i 2,5 millimetri.
Cosa potrei saldare?
Questi modelli sono perfetti per le piccole riparazioni, come ad esempio un tavolo.  Tra i migliori modelli hobbistici ad elettrodo consigliamo Stanley 460100. Come modelli a filo consigliamo Awelco Mig One.
In riferimento alla tipologia Tig consigliamo Deca Sil 415. In questo caso però la potenza è superiore, come avrai modo di leggere nell’apposita recensione.
E questo ci porta subito a specificare come i valori da noi indicati (ciò vale anche per i due paragrafi successivi)  devono essere valutati solo come parametri su cui fare delle valutazioni soggettive e non certo come una scelta obbligatoria per tutti. Ad esempio: se in futuro pensi che potrai andare incontro a spessori più elevati di quelli che stai trattando adesso, meglio scegliere un modello che superi decisamente gli 80 ampere.

Uso semi-professionale: qual è la potenza ideale?

In questo caso saliamo di un gradino e si arriva ad una potenza di circa  125 Ampere.
E gli elettrodi?
Gli elettrodi che si possono utilizzare con questa potenza possono arrivare anche ai 3,2 millimetri.
Cosa potrei saldare?
Già passiamo alle riparazioni più complesse.  Riparazioni con spessore superiore ai 5 millimetri. In questo caso consigliamo il modello ad elettrodo Deca Sil 313. Tra i modelli a filo consigliamo Awelco Bluemig 145.

Uso professionale: qual è la potenza ideale?

La potenza in questo caso deve superare i 125 ampere. Si possono utilizzare elettrodi anche superiori ai 3,2 millimetri.
Tra i migliori modelli ad elettrodo ti consigliamo di leggere la recensione della Stanley 460180.
Tra i modelli a filo consigliamo una tra la Telwin Technomig 150 Dual Synergic. o la Telwin Technomig 180 Dual Synergic, dotate entrambe di tecnologia One Touch.

 

Come scegliere la saldatrice: il rapporto qualità prezzo!

Stai cercando le migliori saldatrici in grado di offrire il miglior rapporto qualità prezzo?
Questo è sicuramente il paragrafo che fa per te, visto che abbiamo selezionato tre saldatrici basandoci proprio sul rapporto qualità prezzo.

Ecco a te le 3 migliori saldatrici.

Ultimo aggiornamento: 22 ottobre 2018 9:58