Saldatrice a stagno: una grande invenzione per le piccole cose

Saldatrice a stagnoSe sei arrivato fin qui e perché ti interessa saperne di più riguardo alla saldatrice a stagno, su come e quando utilizzarla e a cosa serve. Bene, in questa pagina cercheremo di rispondere alle tue legittime domande. Innanzitutto iniziamo col dire che la saldatrice a stagno ha il compito di portare lo stagno da un iniziale stato solido, allo stato di fusione. E fino a qui siamo sicuri di non averti rivelato alcun segreto inconfessabile. Ma per poterne sapere di più, ti invitiamo a proseguire nella lettura.

 

Saldatura a stagno

Iniziamo con il dire che le dimensioni della più saldatrice a stagno sono più ridotte rispetto ad una saldatrice Tig, MMA o a filo continuo.

Questo tipo di saldatura è per lo più usata per saldare piccole parti di un oggetto, basta pensare ai giocattoli. Magari hai comprato al tuo figlioletto una bella macchinina telecomandata ma purtroppo qualcosa al suo interno si è rotto, qualche componente elettronico è obsoleto e bisogna ripararlo. La saldatrice a stagno serve proprio per collegare dei componenti elettronici tramite la saldatura di una lega metallica nel preciso punto di contatto tra il rame e il filo conduttore del componente (ovvero il cosiddetto reoforo).
Come hai letto e capito, per poter intervenire è necessaria la saldatura a stagno per questi piccoli ma precisi interventi. Naturalmente se non sei un esperto di elettronica o comunque non ne sai proprio nulla, conviene sempre che prima ci si informi con qualcuno più esperto, onde evitare di rovinare per sempre il giocattolo del tuo bambino, e dover quindi ricorrere a comprarne uno nuovo. Eh sì, perché mica lasceresti tuo figlio senza la sua adorata macchinina, no?
Bisogna fare attenzione non solo per il giocattolo, che al limite si può ricomprare, ma anche per te stesso, che no, tu non puoi andarti a ricomprare al supermercato come se fossi un surgelato qualunque. Battuta squallida a parte, torniamo seri e ti stiamo dicendo questo perché visto che la funzione della saldatrice a stagno è quella di unire due parti tra loro, la temperatura raggiunta nel processo di fusone è davvero molto alta.
La saldatrice a stagno utilizza una punta, che a seconda dell’utilizzo può essere di materiale diverso, ma la precauzione principale prima di mettersi all’opera è sostanzialmente una, pulire la punta. Il processo di pulizia ovviamente cambia a secondo del materiale da cui è composta. Nel caso del rame ci sarà bisogno di una spazzola di ferro, se invece parliamo di componenti metallici, allora ci basterà un semplicissimo e comunissimo panno umido.
Ricorda sempre che il processo di saldatura non dovrà durare in eterno, ma meno tempo ci stai e meglio è. E non perché sia una gara a tempo con un uomo invisibile al tuo fianco, ma perché più tempo ci stai a saldare un determinato componente elettronico e più è probabile che tu lo danneggi, visto che l’alta temperatura con cui si lavora finirà per surriscaldare il pezzo. Provocando così una rottura non più riparabile.

 

Okay, prese le dovute precauzioni, come procedo?
Per poter effettuare una saldatura che abbia un buon esito, è necessario avvicinare il saldatore al componente o comunque a quella parte che hai deciso di saldare. Questo non deve avvenire per tanto tempo, ma solo per alcuni secondi, giusto il tempo di far sciogliere il filo di stagno che fluirà nella parte interessata.

 

Come faccio a capire di aver eseguito un buon lavoro?
A volte può capitare di aver esagerato con le dosi di stagno e ci si sente in colpa un po’ come quando a capodanno si mangi come se non ci fosse un domani. Ci accorgiamo di aver esagerato dal colore. Se la superficie saldata è brillante e lucidala saldatura è andata a buon fine. Se invece la superficie è coperta da granuli o comunque a prima vista è un po’ opaca, allora bisogna rifare la saldatura. Visto che lo stagno è già presente sulla riparazione, basterà avvicinare il saldatore e far fondere nuovamente lo stagno presente, avendo cura stavolta di non muovere le parti interessate.
All’inizio sarà normale sbagliare e magari abbondare con lo stagno, ma con l’esperienza riuscirai a dosarne bene le quantità per ottenere una saldatura perfetta.

 

Aspetta un attimo, ma le caratteristiche principali di un saldatore a stagno, quali sono?
Bella domanda, noi stavamo per passare all’argomento successivo senza spiegarti nulla sulle caratteristiche.
Bene, la caratteristica principale di una saldatrice a stagno è dovuta dalla potenza che varia tra i 15W e i 30W. Mentre la temperatura può arrivare fino ai 500° C, questo dipende dalla prima caratteristica e dalla successiva, ovvero la punta. Si sa, nel calcio se non c’ hai la punta giusta, non la metti dentro e difficilmente vinci la partita. Lo stesso si può dire del saldatore a stagno, senza la punta non può vincere.

Ci sono diversi tipi di punte, no, non in serie A dove abbiamo la punta di peso, quella di movimento e Balotelli, ovvero la punta immobile. No, in questo caso le punte si differenziano per la forma e le dimensioni. Più piccolo sarà il lavoro che andremo a svolgere, più piccola dovrà essere la punta.

 

Saldatore a stagno professionale

Se dopo aver effettuato la tua prima saldatura, pensi di meritarti un saldatore a stagno professionale, sappi che magari potresti pure permettertelo perché, oltre a poter lavorare sullo stagno in modo più professionale, anche il costo non è poi così eccessivo. Quindi un doppio vantaggio.

 

Saldatore a stagno prezzo

Prima parlavamo del saldatore a stagno professionale, è di come non costi così tanto. In effetti in generale la saldatrice a stagno ha un costo nettamente inferiore rispetto ad una saldatrice Tig o a filo continuo, a volte il prezzo è paragonabile al costo di una pizza capricciosa, certo dipende pure dalla pizzeria in cui si va, ce ne rendiamo conto. Ma proprio per l’irrisorio costo, noi ti consigliamo di appoggiare la causa del saldatore a stagno professionale, costa di più ma ti permette una saldatura più facilitata e più confortevole.

In basso le tre migliori offerte scelte da noi, se le saldatrici selezionate non incontrano il tuo favore, puoi verificare qui tutti gli altri modelli ancora disponibili.

Vediamo le migliori Saldatrici a Stagno in grado di offrire il miglior rapporto qualità prezzo:
Ultimo aggiornamento: 23 maggio 2018 11:08